Sei qui: Home

Progetto Martina – Parliamo con i giovani dei tumori

service nazionale

Service Pluriennale di Rilevanza Nazionale - Distretto 108 Italy

Nell’anno scolastico 1999-2000 alcuni medici LIONS di Padova incominciarono ad incontrare gli studenti delle scuole superiori per informarli sulle metodologie di lotta ai tumori.
Sollecitati da Martina, una giovane donna colpita da un tumore, che con insistenza ripeteva: "informate ed educate i giovani ad avere maggior cura della propria salute", gli incontri con gli studenti furono ripetuti con periodicità annuale.

L’accorato suggerimento di Martina, le testimonianze degli studenti e dei loro genitori, i risultati ottenuti nel corso degli anni sia in termini di gradimento che di efficacia, convinsero i medici LIONS a raccogliere in un SITO tutto il materiale necessario ad attuare gli incontri con gli studenti ed a trasformare l’ormai pluriennale buona esperienza padovana in un PROGETTO da attuare in modo coordinato a livello nazionale.
Nel 2006 il PROGETTO MARTINA fu presentato alle Istituzioni nell’Aula Magna dell’Università di Padova e nell’anno scolastico 2007-2008 iniziò ad essere attuato in varie città del Distretto LIONS 108Ta3.
Nell’anno scolastico 2008-2009 il Progetto fu “adottato” anche dal Distretto AB (Puglia). In occasione del congresso Nazionale LIONS (Torino, 27-29 maggio 2011) i delegati del Multidistretto LIONS 108 Italy scelsero il Progetto Martina come SERVICE NAZIONALE 2011-2012.

In occasione del Congresso Nazionale LIONS (Genova 18-20 maggio 2012), valutati i risultati ottenuti in tutti i 17 Distretti del Multidistretto 108Italy, il Progetto Martina è diventato un SERVICE PLURIENNALE DI RILEVANZA NAZIONALE. La MISSION DEL PROGETTO MARTINA è la LOTTA AI TUMORI CON LA CULTURA: solo la cultura permette al singolo individuo di operare scelte consapevoli in grado di ridurre il proprio rischio di contrarre un tumore o di non diagnosticare precocemente la sua presenza.
Gli incontri di formazione sono rivolti agli studenti di età compresa tra i 16-18 anni. Ogni anno il PM coinvolge circa150.000 studenti italiani e molte scuole ormai attuano il

Progetto con ricorrenza annuale. La metodologia di comunicazione, scelta e voluta dai fruitori, è rigorosa; per questo motivo il Consiglio dei Governatori ha formalizzato l’istituzione di due Comitati del Multidistretto dedicati a questo service (Comitato di Promozione e coordinamento; Comitato scientifico). I LIONS coordinano l’attuazione del Progetto nel rispetto delle linee guida; le “lezioni” sono tenute ovviamente da medici preparati (sia soci che non soci LIONS) e sono preparate in accordo con società scientifiche nazionali (Oncologi, Ginecologi, Urologi, ecc). Gli studenti compilano un questionario al termine di ogni incontro: ciò permette di ottimizzare la metodologia di comunicazione e di monitorare i risultati: ARMONIZZAZIONE E COORDINAMENTO SUL TERRITORIO sono i punti di forza del progetto Martina.

Nel corso degli anni è stato messo a punto un programma per “riportare sui banchi di scuola i genitori” in modo che siano da esempio in famiglia e in grado di dare utili informazioni anche ai figli più giovani. Per favorire gli incontri con i genitori sono stati siglati Accordi di collaborazione con la Federazione Nazionale Insegnanti e la Associazione nazionale dei GENITORI degli studenti. Merita menzione il contributo attivo dei LEO.

I risultati in termini di efficacia a distanza, documentati dai questionari che gli studenti compilano “negli anni successivi al corso”, sono entusiasmanti; il 50% circa degli studenti ha cambiato stile di vita ed è quindi possibile stimare che questi giovani, grazie alle informazioni ricevute, avranno una RIDUZIONE DI RISCHIO DI CONTRARRE UN TUMORE, nell’arco della loro vita, del 30-50%.

ll progetto Martina è a costo ZERO, E’ NECESSARIO CHE QUESTO PROGETTO CONTINUI NEL TEMPO E CHE SIA ATTUATO, CON METODOLOGIA RIGOROSA E MONITORATA, IN OGNI PARTE DEL MONDO.

Per favorire la diffusione in altri Paesi il sito viene preparato, in collaborazione con i medici locali, nella relativa lingua madre.